Skip to content

La rassegna musicale (numero 5)

7 dicembre 2008

The Cure – The head on the door (Fiction Records, 1985)

Questa volta tocca a Robert Smith, che da 30 anni si pettina con i petardi e conosce solo tre colori (bianco, nero e rosso, giusto una pennellata sulle labbra). The head on the door è il disco con cui i Cure diventano popolari.  The head on the door è il disco che contiene Close to me, quella del video con loro che suonano chiusi in un armadio che cade in acqua da una scogliera. The head on the door è il disco che contiene A night like this, che è la mia canzone preferita dei Cure, nonostante la presenza di un sassofono.

The head on the door,  è arrivare a 39 anni, trovarsi un sabato pomeriggio in un negozio di dischi, avere una botta di adolescenza e comprarne una copia perché “A lei farà piacere. Chissà che faccia fa quando glielo regalo”.  L’unica differenza con il 1985 è che all’epoca avrei regalato una copia in vinile.

“But I watch you like I’m made of stone
As you walk away”

A night like this – The Cure

Annunci
3 commenti leave one →
  1. 10 dicembre 2008 12:39 pm

    🙂

  2. bob permalink
    14 dicembre 2008 11:05 am

    nell’85 non avevi una lira quindi lo escludo.

  3. 14 dicembre 2008 12:48 pm

    Nell’85 racimolavo qualche soldo consegnando elettrodomestici. 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: