Skip to content

La bianca visitatrice

28 novembre 2008

Non essendo attualmente, per cause di forza maggiore, un automobilista, ho accolto con particolare piacere l’arrivo della prima nevicata. Ti svegli la mattina. E’ ancora buio, getti uno sguardo assonnato fuori dalla finestra e sorpresa! Un manto candido ricopre il prato della palazzina di fronte, i tetti delle auto parcheggiate, i marciapiedi, e anche le vie a quest’ora della mattina sono quasi completamente candide, che pochi pneumatici hanno già solcato il manto nevoso.

Scendo in strada e mi dirigo verso la metropolitana, che mi porta al lavoro comodamente, senza l’angoscia di guidare dovendo stare attento a non perdere il controllo del veicolo e a ciò che fanno gli altri automobilisti. E poi mentre i miei passi compattano la neve facendola scricchiolare sotto le suole considero il fatto che quando nevica i suoni sono più ovattati. Tutti i suoni, anche quello delle mie imprecazioni contro l’assicurazione che da due mesi ormai evita accuratamente di risarcirmi e di fare si che io possa rientrare in possesso di un’auto.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: