Skip to content

La rassegna musicale (numero 2)

19 novembre 2008

Dire Straits – Making movies (Vertigo, 1980)

Un’altro disco del 1980 (giuro che non lo sto facendo apposta) legato però a un ricordo risalente all’agosto del 1982. Un viaggio interminabile, iniziato ancor prima dell’alba e finito più o meno a metà pomeriggio, da Pero a Bisceglie (e non parlo delle due fermate della metropolitana che peraltro all’epoca non esistevano) luogo prescelto per le vacanze estive della famiglia. Durante quelle ore, seduto sul sedile posteriore della mitica Fiat 131 di papà sono andato avanti ad ascoltare quella cassetta fino allo sfinimento (del resto della famiglia).

Making Movies fu l’LP con cui i Dire Straits fecero il botto in tutto il mondo. Tunnel of love e Romeo and Juliet sono dei classici, ma fatta la tara ai legami affettivi, credo che Love over gold  sia la cosa migliore che i Dire Straits abbiano prodotto.

Un ricordo più recente riguardante Making movies risale a questa primavera. Una sera mi trovavo in birreria con amici e dai televisori collegati su un canale satellitare che non ricordo è partito il videoclip di Romeo and Juliet. Non so come definirlo. Pessimo? Orrendo? Credo fosse rivoltante anche nel 1980. Meno male che all’epoca MTV non era ancora nata perché la capacità che ha quel video di associare a una determinata sequenza di note l’istinto di vomitare, avrebbe affossato le vendite di quello che invece è stato un disco di successo. Poi se proprio vi piace soffrire, fatevi un giro su YouTube e dovreste trovarlo facilmente. Io però, nonostante il mio blog non sia il massimo della raffinatezza, un link a quella roba non ce lo metto.

“When you can fall for chains of silver, you can fall for chains of gold.
You can fall for pretty strangers and the promises they hold.”

Romeo and Juliet – Dire Straits

Annunci
2 commenti leave one →
  1. bob permalink
    19 novembre 2008 5:58 pm

    E’ incredibile, una improvvisa botta di buon gusto nella scelta dei brani. Mi congratulo.

  2. 19 novembre 2008 7:54 pm

    Ti ho già raccontato di quel mio amico bassista che venne cacciato dal gruppo che lui stesso aveva fondato?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: